Mermaid Art by Nico Niemi

00

© Nico Niemi

 

Nicole Niemi è un’artista americana – vive in una piccola città del Wisconsin col marito e ama prendersi cura dei suoi animali – che trae ispirazione dai sogni e dai libri, così come dalle persone che incontra sul suo cammino e dalla natura in generale.
Popolano infatti le sue opere: fate, draghi e creature mistiche di ogni genere, spesso affiancate a personaggi femminili ora dall’aria enigmatica e dolce, ora con un’espressione un po’ cupa.

Mi piace vedere coi miei occhi quello che vedo nella mia mente e condividerlo con gli altri. – Nico Niemi

Come già accennato, la sua fantasy art trae sorprendenti spunti anche dal mondo reale e dalle creature belle e stravaganti che la natura accoglie nel suo grembo; esse, per Nico, non hanno nulla da invidiare a quelle in tipico stile fantasy.
♥ CONTINUA A LEGGERE… ★

Romero Britto, l’Arte del “pensiero positivo”

01

© Romero Britto – A New Day, 2001

 

Romero Britto, uno dei più importanti esponenti del Cubismo Neo Pop, viene considerato a tutti gli effetti “erede” di Warhol e Haring: nelle sue opere ricche di colori riesce, infatti, a conciliare l’essenza creativa con la cultura popolare.
Apprezzato in tutto il mondo e ancor più nella sua terra d’origine, il Brasile, dove attualmente si disputa la Coppa del Mondo (e per cui è stato nominato dalla FIFA ambasciatore 2014), vanta tra i suoi estimatori grandi sportivi del calibro di Michael Jordan, Ronaldo e Andre Agassi; proprio in occasione dei Mondiali di calcio, Britto ha firmato una collezione a tema che porta il suo stile iconico su T-shirt, stampe, accessori di vario genere e persino sulla Barbie!
La sua arte è pervasa dall’ottimismo: le sue opere sono, infatti, una gioiosa esplosione di colori ed esprimono la sua visione positiva della vita.
♥ CONTINUA A LEGGERE… ♠

Brazil 2014: le curiosità imperdibili sui Mondiali di calcio (e sugli Azzurri)

2014L’Estate 2014 sarà ricordata, oltre che per il tempo matto e l’afa insopportabile, per i Mondiali di calcio che tengono sulle spine ed esaltano gli appassionati di tutto il mondo: mentre scrivo, la Nazionale Italiana prosegue la sua corsa alla coppa del mondo e i tifosi sono ancora eccitati per la vittoria sull’Inghilterra nella sua prima partita; ognuno, a modo suo, esprime il proprio affetto nei confronti degli Azzurri: c’è chi si agghinda con cappelli buffi, parrucche tricolori e make-up stravagante, chi non rinuncia al classico appuntamento con gli amici per vedere insieme le partite e chi, come me, si lascia ispirare da questa ventata di entusiasmo per dare sfogo alla creatività… il risultato? Un set di bijoux per un look da vere WAGs! ;)

E inoltre questa è una buona occasione per conoscere un po’ meglio la storia di questo evento e del calcio in generale, proseguendo nella lettura se ne scoprono delle belle…

 

cover

© Trendyzoo-oh!, Forza Azzurri, 2014 / Photo & Accessories: Anna Carla Asprino

★ CONTINUA A LEGGERE… ★

Il Mago di Oz [ILLUSTRAZIONI ORIGINALI DI WILLIAM W. DENSLOW]

02

The Wonderful Wizard of Oz, By L. Frank Baum, with Pictures by W. W. Denslow – Chicago; New York : G.M. Hill Co. (1900)

 

Il Meraviglioso Mago di Oz è il celeberrimo romanzo per ragazzi di L. Frank Baum, illustrato da William Wallace Denslow, pubblicato per la prima volta nel 1900 e tradotto in una cinquantina di lingue diverse.
Il successo dell’opera è stato tale da dare inizio a una serie di libri, composta da decine di romanzi ambientati, appunto, nel fantastico Mondo di Oz (di cui solo alcuni scritti da Baum); inoltre è stata adattata per il cinema nel famoso film del 1939: Il mago di Oz, di Victor Fleming, con Judy Garland, per la TV e persino in versione musical.
♦ CONTINUA A LEGGERE… ♠

Notte dei Musei 2014: visita alla Villa di Poppea [Oplontis]

00La settimana scorsa ha avuto luogo la Notte dei Musei, precisamente sabato 17 maggio, promossa dal Consiglio d’Europa nei 47 Paesi aderenti; in tutta Italia, il MiBACT ha consentito l’apertura serale (dalle 20:00 alle 24:00) di monumenti, musei e aree archeologiche statali, a solo 1 euro.

L’obiettivo era quello di far conoscere e riscoprire il nostro patrimonio culturale non solo ai turisti ma anche a quei cittadini che magari non l’hanno mai visitato; così alcuni dei luoghi della cultura aderenti all’iniziativa hanno organizzato numerosi eventi come concerti, visite tematiche e percorsi guidati.

Anche quest’anno c’è stato il pienone e non poteva essere altrimenti considerando anche il prezzo irrisorio… personalmente ho visitato il sito archeologico vesuviano della Villa di Poppea a Oplontis (Torre Annunziata), portata alla luce tra il 1964 e il 1984, che rappresenta l’esempio tipico di villa di otium. Attribuita a Poppea, moglie dell’Imperatore Nerone, l’edificio presenta al suo interno bellissime decorazioni pittoriche parietali in II stile pompeiano.

Insomma ne ho approfittato per fare una “passeggiata” notturna davvero suggestiva, anche se non è mancato qualche piccolo intoppo “all’italiana”, diciamo così… :)

 

02

© Trendyzoo-oh! – Villa di Poppea, Scavi di Oplontis, Torre Annunziata (NA) / Photo: Anna Carla Asprino

★ CONTINUA A LEGGERE… ♫

L’arte di Willard Wigan è “l’ottava meraviglia del mondo”

00Willard Wigan a soli 5 anni creava casette per le formiche (anche scarpe e cappelli!): proprio il mondo immaginario in cui si rifugiava è stato la culla della sua arte e l’inizio della carriera di micro-scultore.
L’artista inglese lavora al microscopio e solo attraverso questo strumento si possono ammirare le sue micro-sculture: ogni pezzo è infatti collocato nella cruna di un ago o su una testa di spillo. Quando ci lavora, Willard entra in uno stato tale che il suo battito cardiaco rallenta, così che il tremore alle mani si riduca e lui possa scolpire al meglio. Anche il tran-tran quotidiano lo disturba, perciò si mette spesso all’opera di notte.
Le sue creazioni sono state definite come “l’ottava meraviglia del mondo”, tanto che Willard ha ricevuto, a nome della Regina Elisabetta, un MBE (onoreficenza legata all’Ordine dell’Impero Britannico) per il suo contributo all’arte, mentre le sue mostre internazionali registrano il tutto esaurito praticamente ovunque.
Il successo raggiunto è tale che tra i suoi committenti troviamo il Principe Carlo d’Inghilterra, Sir Elton John e Simon Cowell. Tra l’altro, l’ultimo pezzo realizzato da Willard (Coronation Crown) è stato richiesto direttamente dalla Regina Elisabetta per le celebrazioni del suo Diamond Jubilee.

04

© Willard Wigan, Cinderella

♦ CONTINUA A LEGGERE… ♦

“Pompei è viva” di Eva Cantarella e Luciana Jacobelli [ESTRATTI]

00Negli ultimi mesi Pompei è sulla bocca di tutti: il destino degli scavi archeologici desta, com’è giusto che sia, grande interesse (e preoccupazione…) nell’opinione pubblica, senza distinzioni tra esperti, professionisti e semplici cittadini che hanno a cuore questo patrimonio inestimabile. Eppure non tutti conoscono nel dettaglio la storia delle antiche rovine ai piedi del Vesuvio… oggi vi propongo alcuni estratti dal libro Pompei è viva di Eva Cantarella e Luciana Jacobelli; l’ho scoperto (e letto) grazie a un’amica che me l’ha regalato. Il libro lascia ampio spazio a curiosità e a informazioni, probabilmente “sconosciute” ai più, che ci offrono nuovi spunti di riflessione sul mondo romano.

LA CITTÀ ANTICA – l’eccezionalità del caso pompeiano sta nel fatto che, sepolta nel 79 d.C. sotto cenere e lapilli dal vulcano, la colonia romana ci è stata restituita “così com’era” all’epoca, con la possibilità di analizzare in maniera approfondita la vita di una tipica città romana risalendo così a: culti religiosi, vita familiare e pubblica, svaghi e attività economiche.
★ CONTINUA A LEGGERE… ♦

[C00lture 2.0] Arte Digitale: dalle social icon alla “Ditosophy”

00

 

Gli artisti da “tenere d’occhio” per rilanciare la cultura nell’era digitale.

Ci sono una ucraina, un francese e un italiano… pronti a stupirci con le loro originali creazioni! ;)

 

01

© Nastya Nudnik, Emoji Nation – Part 2

 

>> Nastya Nudnik segue in qualche modo le orme dell’avanguardia del ‘900 provocando una sorta di “cortocircuito”: l’artista ucraina, infatti, inserisce le icone grafiche dei social network e le emoticon nei dipinti famosi per aggiungervi un tocco dinamico, come a rivendicare per i soggetti rappresentati il diritto all’azione. Contemporaneamente l’elemento social contrasta, per esempio, con la ricerca della solitudine e il senso di estraniamento caratteristico delle opere del pittore Edward Hopper, rintracciabile nei suoi ritratti della vita contemporanea statunitense.

♠ CONTINUA A LEGGERE… ♫

Cake Design & Pop Music: le golose ricette dal video “Birthday” di Katy Perry [TUTORIAL]

00La stella della vulcanica Katy Perry continua a splendere sulla scena del POP mondiale e per Birthday, l’ultimo singolo estratto dal nuovo album Prism, è tornata alle atmosfere golose e coloratissime della Teenage Dream ERA – conclusa col docu-film che la vede protagonista – trasformandosi in una brava cake designer per il lyric video: dunque anche la popstar è stata contagiata dalla mania delle torte-sculture, esplosa ormai da diversi anni nel nostro Paese, che imperversa nei programmi TV, su libri e riviste, entusiasmando tanti appassionati del genere. Guardando il video della sua nuova hit, infatti, possiamo notare tante creazioni dolcissime e allegre: dai cupcake alle torte a più piani, dai confetti ai marshmallow, sembra che non manchi proprio nulla! :D
In questo post vi propongo i tutorial di dolci sorprendenti, così come si vedono proprio nel videoclip della Perry… pronti a rimboccarvi le maniche in cucina? ;)
♫ CONTINUA A LEGGERE… ★

Social Media best practice: 5 tip dalla #MuseumWeek

00

 

Nella settimana fra il 24 e il 30 marzo ha avuto luogo, seppur virtualmente su Twitter, la #MuseumWeek e, a dispetto dei più scettici, si è rivelata davvero vivace: lo scopo dell’iniziativa? Avvicinare alla cultura le persone in tutto il mondo e incentivarle a visitare le istituzioni culturali. Perciò lo staff dei musei statali e privati – oltre 630 musei e gallerie europee – ha partecipato con entusiasmo all’evento promosso dal social network favorendo, a suon di selfie e mini quiz, l’interazione tra professionisti del settore e appassionati. Così, in pochi giorni, si sono condivisi video e foto “aprendo”, in molti casi, agli utenti del web anche le porte dei depositi museali che custodiscono “tesori” spesso sconosciuti.

Thomas Couture
Ecco gli hashtag della #MuseumWeek twittati giorno per giorno; a ciascuno è stato collegato un tema specifico, anche se in molti casi ha prevalso la flessibilità e i musei giustamente ne hanno approfittato per lanciare iniziative e hashtag propri, generando in qualche caso un po’ di confusione; scelta comunque vincente per avvicinare il pubblico alla propria esclusiva mission culturale.
♫ CONTINUA A LEGGERE… ♠

TraKs

Canzoni nuove, usate, km 0, senza tempo ma con molto spazio

Tratti e spunti

Marco Guzzini blog

parloditeognigiorno

La letteratura dà notizie che restano sempre d'attualità (Ezra Pound)

Ristoranti Migliori

The Best Restaurants. World Italy Tuscany

Museo Archeologico Nazionale di Cagliari

Le vetrine della Storia della Sardegna

Pensieri nella Nuvola

"Siamo fatti anche noi della materia di cui son fatti i sogni"

MakeArtProject

Artigianato e pensiero digitale - by Selene Di Domenicantonio

Picca in wonderland

Interview, curiosity & much more

Carmen Pernicola

Io sono la mia lingua

Tintipatravels

Viaggi e consigli pratici!

Beni Culturali 3.0

Promuovere Tutelare Valorizzare

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 71 follower