18

Visita ai Mercatini al Castello di Ottaviano

00
Mercatini al Castello 2014 / foto via Pro Loco Ottaviano su Facebook

 

Le feste natalizie non sono tali senza un giro ai mercatini… personalmente non potrei farne a meno, mi mettono troppa allegria!🙂
Se poi, come in questo caso, ci sono di mezzo anche prodotti artigianali e creazioni artistiche, cosa chiedere di più? Proprio come al Castello Mediceo, sede del Parco Nazionale del Vesuvio, a Ottaviano.
In questa seconda edizione, i Mercatini al Castello hanno rallegrato i dintorni vesuviani, lo scorso dicembre, dal 7/12 al 21/12, con varie iniziative (come animazione e spettacoli con mimi, giocolieri e trampolieri); io sono andata, in dolce compagnia, la prima sera. Ovviamente era parecchio affollato e quando siamo arrivati, dopo le 21, non abbiamo potuto soffermarci granché vicino agli stand (delle deliziose casine in legno all’esterno o semplici tavoli all’interno) a causa della calca.

 

01
Il Castello Mediceo di Ottaviano / foto via scabec.it

 

Dopo un primo giro all’esterno, e una sbirciatina al padiglione dei prodotti tipici, siamo saliti al castello. All’interno del piccolo cortile, qualche altro stand e un alberello di luci al centro. Seguendo il percorso espositivo (che prevedeva le aree artigianato, enogastronomia, punti ristoro, mostra d’arte e presepi) siamo entrati nelle stanze facendoci spazio tra gli espositori, tra cui quelli di oggettistica e manufatti a tema, bigiotteria e gioielli in pezzi unici; di grande interesse le creazioni in pietra lavica lavorate dalle maestranze artigianali vesuviane (come quelle di Boscoreale, cittadina denominata ufficialmente quale “Terra della pietra lavica”).

 

04
© Trendyzoo-oh! – Mercatini al Castello 2014, Castello Mediceo, Ottaviano (NA) / Photo: Anna Carla Asprino

 

03
© Trendyzoo-oh! – Mercatini al Castello 2014, Castello Mediceo, Ottaviano (NA) / Photo: Anna Carla Asprino

 

LE MIE IMPRESSIONI
L’iniziativa anche quest’anno è stata molto apprezzata dalla comunità locale, che l’ha fortemente voluta e supportata nella sua organizzazione, attirando tantissime persone dai comuni vesuviani limitrofi.
Insomma anch’io non vedevo l’ora di visitare il castello e i mercatini e, sebbene a fine serata avessi il “lato B” congelato, ero soddisfatta!😀

Tuttavia ho avuto modo di constatare alcune criticità, tanto nell’allestimento del percorso di visita quanto nelle condizioni in cui versa la struttura che presenta, in diversi punti, le pareti annerite e l’intonaco staccato…
Dunque, nel padiglione esterno – quello dei prodotti tipici – il pavimento è davvero malmesso e, nella calca, si correva il rischio di inciampare; se farlo daccapo sarebbe evidentemente un costo oneroso, quanto meno per l’evento avrebbero potuto montare una sorta di pavimento, magari con tavole di legno, leggermente sopraelevato (l’ho buttata lì…).

 

05
© Trendyzoo-oh! – Mercatini al Castello 2014, Castello Mediceo, Ottaviano (NA) / Photo: Anna Carla Asprino

 

06
© Trendyzoo-oh! – Mercatini al Castello 2014, Castello Mediceo, Ottaviano (NA) / Photo: Anna Carla Asprino

 

Riguardo il percorso all’interno del castello, considerato lo spazio ridotto delle stanze, sarebbe stato meglio limitare il numero degli espositori per garantire una fruizione migliore: infatti, data la folla, non ci siamo potuti soffermare più di tanto davanti ai tavoli degli stand, che abbiamo potuto vedere con un po’ di calma al secondo giro, sul tardi.

Mi ha invece molto delusa l’angolo dell’arte presepiale per lo scarso numero di pezzi di presepi napoletani esposti… non che mi aspettassi la varietà e qualità che si vede a San Gregorio Armeno a Napoli, però qualcosa in più si sarebbe potuto allestire :-/

 

 

Davvero interessanti, invece, gli spunti creativi offerti dalle opere artistiche esposte: oltre a quelle di Francesco Paolantoni – che di recente si è scoperto artista nel senso più stretto del termine – anche alcuni quadri dedicati alla potenza travolgente del Vulcano che ho trovato molto espressivi e di cui purtroppo mi sfugge il nome dell’autore.

Le creazioni di Paolantoni – direttamente dalla mostra Pane al PAN, tenutasi al PAN di Napoli lo scorso novembre – sono presentate dall’artista come “elaborazioni alimentari” più che quadri; il materiale usato, infatti, è proprio il pane raffermo, ridotto in dadini colorati disposti come tessere di un mosaico, con cui vengono raffigurate vere e proprie icone di Napoli, come Totò e non solo. Un modo creativo per sensibilizzare sul consumo del pane e una riflessione critica sulla sua produzione/distribuzione spesso illegale e perciò dannosa per la nostra salute.

Cosa sarebbero le festività natalizie senza queste iniziative? Sicuramente meno “scintillanti”…😉

Tanti auguri di buon anno!🙂

 

GUARDA LA GALLERY – CLICCA SULLE ANTEPRIME!

2 pensieri su “Visita ai Mercatini al Castello di Ottaviano

    1. augurissimi di buon 2015, Marta🙂

      Sì, davvero bello… magari fosse durato più a lungo! Ma fortunatamente, nei dintorni, non mancano altre occasioni almeno fino all’epifania…😉

      Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...