dolce vita

Vespa arte: come lo scooter più amato ha ispirato gli artisti

Quest’anno la mitica Vespa compie 70 anni: lanciata nel 1946 (mentre l’Italia usciva dalla seconda guerra mondiale), quando Enrico Piaggio pensò bene di convertire la produzione industriale bellica in quella destinata alla mobilità di massa e fece debuttare il primo prototipo Vespa MP5, chiamato Paperino per la sua forma bizzarra che, tuttavia, non convinceva del tutto il signor Piaggio: il design dell’MP5, perciò, viene rivisto dagli ingegneri, così come le sue prestazioni che vengono potenziate, sfruttando proprio l’esperienza nell’industria aeronautica.
Alla fine, la “leggenda” vuole che, davanti al nuovo prototipo MP6 – caratterizzato dalla parte centrale molto ampia per il guidatore e dalla “vita” stretta – lo stesso Enrico Piaggio esclamava: “Sembra una vespa!” battezzandola quindi a tutti gli effetti. E il 23 aprile 1946 la Piaggio & C. S.p.A. depositava il suo nuovo brevetto.

La prima Vespa veniva venduta in due versioni: il tipo “normale” e il tipo di “lusso” con tanto di optional, mentre entro il ’47 la produzione dei suoi scooter era già decollata!

 

Eddi Prabandono
© Eddi Prabandono – Vespa

 

Da allora, la Vespa, nata come pratico ed economico mezzo di trasporto, fa tendenza diventando persino un simbolo glamour negli anni della “dolce vita” e si ritaglia un ruolo da protagonista al cinema in film come Vacanze Romane (1953), con Audrey Hepburn e Gregory Peck , e in altre pellicole di successo quali American Graffiti, Il talento di Mr. Ripley e La carica dei 102.

E non finisce qui: a Pontedera, in provincia di Pisa, la Fondazione Piaggio gestisce il Museo Piaggio, il più grande archivio d’impresa italiano che raccoglie documenti, progetti, e naturalmente organizza eventi ad hoc.

Insomma, la Vespa è ancora oggi “oggetto del desiderio” di moltissime persone e in questa gallery vi propongo una selezione di opere d’arte davvero particolari che la elevano a vero e proprio oggetto di culto.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

via gpone.com

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...